Che cosa è un alias di posta elettronica



scritto da IlMagoDelComputer

Ciao!!! Sono IlMagoDelComputer ed in questo tutorial ti spiegherò che cosa è un alias di posta elettronica, in modo da capire che cosa sia un ALIAS per un indirizzo di posta elettronica esistente.

Cosa è un ALIAS di posta elettronica

In questo articolo ti spiegherò cosa è un alias di posta elettronica, e vedremo di approfondire anche come creare un alias di posta elettronica sui principali provider di posta stranieri ed italiani.

Cosa è un alias in informatica

Solitamente in campo informatico, con il termine alias si fa riferimento ad una parola o frase che viene usata per fare riferimento ad un servizio che magari ha un nome molto lungo e difficile da ricordare, in modo da ricordarlo più facilmente attraverso una parola o frase più corta o più semplice.

Cosa è un alias nel mondo delle chat

Nel mondo di Internet e delle chat per alias si intende un nickname che viene usato per identificare gli utenti nelle chat, al posto del nome reale.
Su chat, forum, e social network, vengono usati alias e nickname per identificare gli utenti di un dato portale web oppure di un dato social network.
Spesso questi alias coincidono con i nomi utenti.

Maggiori informazioni su chat e social networks sul sito specializzato sui social network www.social-facile.it



Che cos’è un alias di posta elettronica

Per quanto riguarda invece la posta elettronica, il termine alias viene utilizzato per fare riferimento ad un indirizzo di posta elettronica virtuale, collegato ad un indirizzo di posta elettronica reale.

Alcuni provider di posta elettronica permettono di creare degli indirizzi di posta elettronica virtuale, ai quali è possibile realmente inviare delle email.

Ad esempio, dato un indirizzo di posta elettronica chiamato nomeazienda@provider.com

su alcuni provider è possibile creare degli indirizzi alias di posta elettronica virtuali, collegati a tale indirizzo, chiamati ad esempio:

amministrazione@provider.com
offertedilavoro@provider.com
help@provider.com
info@provider.com


In pratica tutte le email indirizzate a questi indirizzi di posta elettronica virtuali ALIAS, verranno inviate all’indirizzo reale chiamato nomeazienda@provider.com


Perchè creare degli alias di posta elettronica ?

Il motivo principale per cui vengono creati degli alias di posta elettronica è evitare di creare diversi indirizzi di posta elettronica reali, con relative password e impostazioni.

Per un’azienda che ha un sito web aziendale, molto spesso è più semplice gestire la posta elettronica in questo modo tramite caselle di posta elettronica alias, anziché creare degli indirizzi email reali.

Ma questo è comunque soggettivo a seconda delle aziende.
Nelle grandi società ed organizzazioni, vengono create delle caselle di posta elettronica con molto spazio web a disposizione per comunicare ai dipendenti email aziendali in modo ufficiale.
Per ogni dipendente viene creata una vera e propria casella di posta elettronica con uno spazio web dedicato sui server aziendali.





Alias di posta elettronica – un redirect di posta elettronica

Un alias di posta elettronica è in pratica un re-indirizzamento ad una casella di posta elettronica reale.

In pratica sul server di posta elettronica viene creato un unico contenitore per l’utente, ma al suo interno poi vengono create delle sottocartelle, ciascuna per ogni alias di posta elettronica creato.



Come creare degli alias di posta elettronica per la propria casella di posta

Alcuni provider di posta elettronica permettono di creare ALIAS per gli indirizzi di posta reali, altri providers no.

TUTORIALS SU COME CREARE ALIAS



Come importare file di contatti VCF o vCard su iCloud



Ciao!!! Sono IlMagoDelComputer ed in questo tutorial ti spiegherò come importare file di contatti VCF o vCard su iCloud, in modo da importare contatti su iCloud e di conseguenza su iPhone e iPad sincronizzati.

iCloud è il portale di Apple dove sono salvati tutti i tuoi contatti telefonici ed email associati al tuo account ID Apple.

Il tuo iPhone e il tuo iPad memorizzano online, nel portale di iCloud i telefoni memorizzati sul tuo dispositivo e li salvano periodicamente online sui server di iCloud.
In questo modo, se il tuo iPhone viene rubato o smette di funzionare, puoi recuperare tutti i tuoi contatti della rubrica importandoli automaticamente su un nuovo iPhone acquistato.
Oppure in alternativa puoi sempre consultare il sito www.icloud.com e vedere tutti i tuoi contatti telefonici.
Per accedere ti basta il tuo ID Apple e la tua password.

Come importare file VCF o vCard su iCloud

In questa guida dettagliata ti illustrerò in modo approfondito come IMPORTARE nel tuo account iCloud nuovi contatti telefonici / email.
E’ possibile importare nuovi contatti sul tuo account iCloud e quindi di conseguenza su tutti i tuoi dispositivi Apple sincronizzati con quell’account, tramite file VCF, oppure tramite file vCard.

Il formato di file VCF ed il formato di file vCard sono dei formati file che contengono contatti di rubrica, comprensivi dei telefoni, email, indirizzi etc di ogni tuo contatto.
Sono dei formati STANDARD usati per ESPORTARE contatti.
In particolare i vari siti provider di posta elettronica e i programmi client di posta come Outlook o Mail di Apple, possono esportare la lista dei contatti della rubrica in formato VCF o vCard.



Come Importare file di contatti su iCloud

In alternativa puoi sfruttare la sincronizzazione della rubrica di iCloud.

Se hai un Mac puoi importare i file VCF nella app Contatti, come abbiamo visto in precedenza (a patto che iCloud sia attivo anche su macOS). Altrimenti puoi agire direttamente dal browser.

Procedura per importare file vCard su iCloud

  • Apri il tuo browser preferito (di solito  Safari oppure Chrome)
  • collegati al sito iCloud.com 
  • esegui l’accesso usando i dati del tuo ID Apple
  • seleziona l’icona Contatti
  • premi sull’icona ingranaggio posizionato in basso a sinistra
  • si aprirà un menu
  • scegli la voce Importazione vCard
  • scegli quindi il file VCF da cui importare i contatti

Verificare di aver importato i contatti su iCloud correttamente

Per verificare che il tuo iPhone abbia i contatti salvati localmente sincronizzati con quelli contenuti nella nuvola iCloud (i server di iCloud), segui i passaggi seguenti:

  • vai nel menu Impostazioni del tuo iPhone
  • seleziona l’icona di iCloud
  • verifica che l’opzione Contatti sia impostata su ON 



TUTORIALS SU ICLOUD SU www.MelaTutorials.it

Tutorials e guide su iCloud

Se vuoi approfondire su iCloud trovi tanti tutorial utili spiegati sul sito www.MelaFacile.it, il sito dedicato al mondo Apple.

Guide e tutorial su iCloud

Tutorials e guide sul mondo Apple su www.MelaTutorials.it

Come importare file VCF e vCard su iPhone



Come importare file VCF o vCard sull’iPhone

Ciao!!! Sono IlMagoDelComputer ed in questo tutorial ti spiegherò come importare file VCF e vCard su iPhone, in modo da poter importare contatti email e contatti telefonici sul tuo iPhone Apple in modo semplicissimo, usando dei file VCF e file vCard.

Ci sono due modi per importare file VCF o file vCard su iPhone:

  • il primo metodo è aprire questi file VCF oppure file vCard tramite l’app Mail presente su iPhone (Mail è il programma client di posta pre-installato su iPhone)
  • il secondo metodo è importare questi file VCF oppure file vCard all’interno del sito iCloud.com di Apple, dove sono salvati tutti i tuoi contatti di posta elettronica sincronizzati con iCloud (e presenti su tutti i tuoi dispositivi)

Come importare file VCF su iPhone

Vediamo insieme la procedura semplicissima per poter importare file VCF sull’iPhone, in modo da poter importare un contatto della rubrica contenuto in un file VCF.

Per importare un file VCF su iPhone o iPad, non devi far altro che inviartelo via email, per informazioni dettagliate, segui le istruzioni qui sotto:

  • apri il messaggio che lo contiene tramite Apple Mail (il client di posta pre-installato sul iPhone)
  • seleziona il file VCF presente come allegato.
  • l’applicazione Contatti del tuo iPhone si aprirà automaticamente
  • ti verrà chiesto se vuoi importare i contatti inclusi nel file VCF selezionato
  • premi sulla voce Aggiungi tutti i xx contatti 
  • l’importazione dei contatti avverrà in modo automatico

Come Importare file di contatti su iCloud

In alternativa puoi sfruttare la sincronizzazione della rubrica di iCloud.



Se hai un Mac puoi importare i file VCF nella app Contatti, come abbiamo visto in precedenza (a patto che iCloud sia attivo anche su macOS).

Altrimenti puoi agire direttamente dal browser.

Procedura per importare file vCard su iCloud

Vediamo ora come importare un file vCard su iCloud in modo da poter importare una lista di indirizzi email o contatti della rubrica telefonica all’interno della tua lista contatti di iCloud (visibile all’interno del sito www.icloud.com o anche nella tua rubrica contatti del tuo iPhone)

  • Apri il tuo browser preferito (di solito  Safari oppure Chrome)
  • collegati al sito iCloud.com 
  • esegui l’accesso usando i dati del tuo ID Apple
  • seleziona l’icona Contatti
  • premi sull’icona ingranaggio posizionato in basso a sinistra
  • si aprirà un menu
  • scegli la voce Importazione vCard
  • scegli quindi il file VCF da cui importare i contatti

Verificare di aver importato i contatti su iCloud correttamente

Per verificare che il tuo iPhone abbia i contatti salvati localmente sincronizzati con quelli contenuti nella nuvola iCloud (i server di iCloud), segui i passaggi seguenti:



  • vai nel menu Impostazioni del tuo iPhone
  • seleziona l’icona di iCloud
  • verifica che l’opzione Contatti sia impostata su ON 

Tutorials e guide su come importare i contatti

Nel seguente tutorial trovi la procedura dettagliata per poter importare dei contatti sulla tua casella di posta

Come importare i contatti su iCloud

Tutorials e guide su come esportare i contatti di Outlook

Nelle seguenti guide troverai maggiori informazioni dettagliate su come esportare i contatti di Outlook in un file .CSV oppure .VCF sulle varie piattaforme, sia Windows che Mac, e anche sugli smartphone.

Esportando la lista dei contatti di Outlook su un file, potrai salvarla sul tuo computer e poi potrai importarla su un altro software.



TUTORIALS E GUIDE SU IMPORTARE I CONTATTI SU SMARTPHONE

Come aprire file VCF da smartphone



Ciao!!! Sono IlMagoDelComputer ed in questo tutorial ti spiegherò come aprire file VCF da smartphone, in modo da poter aprire facilmente i file VCF, che contengono i contatti della rubrica esportati da un programma client di posta, oppure da un sito di un provider di posta elettronica (Come Gmail, Yahoo!, iCloud e simili)

Aprire file VCF su smartphone e tablet

In questa guida ti spiegherò come importare un file VCF su uno smartphone o un tablet per importare i contatti della rubrica salvati sul file VCF sullo smartphone.

Come importare file VCF su Android

Esistono due modi per aprire file VCF su Android: 



  • il primo consiste nell’utilizzare un’applicazione per importare i contatti nella rubrica di Android
  • il secondo prevede la sincronizzazione della rubrica di Gmail (che, come abbiamo visto in precedenza, permette di importare facilmente i nominati contenuti nei file VCF).

Se vuoi importare i contatti da un file VCF locale (copiato precedentemente sulla memoria del telefono o sulla scheda microSD inserita nel dispositivo)

Come importare un file vCard su Android con l’app Contatti di Android

Vediamo la semplice procedura per poter importare un file vCard su Android, mediante l’applicazione Contatti presente su smartphone Android.

Il file vCard è un file che contiene i contatti della rubrica esportati da un altro programma come il client di posta Outlook per esempio.

Il file vCard può essere anche generato da un sito di un provider di posta elettronica che fornisce indirizzi email alle persone (come per esempio iCloud, o Yahoo!, oppure Gmail o altri providers di posta italiani minori)

Vediamo come aprire un file vCard con l’applicazione Contatti di Android.

La procedura da seguire è semplicissima:



  • apri l’app Contatti
  • premi sul pulsante (…) posizionato in alto a destra
  • apparirà un menu
  • seleziona la voce Importa/esporta 
  • seleziona la fonte da cui copiare i contatti (es. Scheda SD)
  • premi sul tasto Avanti
  • indica la destinazione in cui copiare i contatti (es. Telefono
  • premi Avanti
  • metti quindi il segno di spunta accanto alla voce Importa un file vCard
  • seleziona il file VCF di tuo interesse
  • premi sul tasto OK 

Come importare i contatti su Android con l’app Import Contacts

Se non riesci a importare i contatti tramite la app inclusa di serie in Android, prova Import Contacts

Si tratta di un’applicazione di terze parti disponibile in due versioni: una gratis che non viene più aggiornata da tempo, ma sembra svolgere ancora alla perfezione il suo dovere

una più aggiornata che costa 1,15 euro



(usa quella nel caso in cui la versione free dovesse dare problemi).

Procedura per importare i contatti su Android con l’app Import Contacts

Per utilizzare Import Contacts

  • avvia l’ app Import Contacts
  • premi sul tasto Next
  • apri il menu a tendina Folder (to scan) for vCards 
  • seleziona una opzione delle seguenti

Import contacts from a single vCard file 

se desideri importare tutti i contatti contenuti in un solo file VCF



oppure 

Scan a follare to scan for vCard files and import any contacts found 

se desideri selezionare una cartella in cui sono contenuti tanti file vCard singoli.

Successivamente, scegli il file o la cartella di tuo interesse



  • premi su OK
  • scegli quale comportamento adottare nei confronti dei contatti duplicati
  • (ti consiglio di lasciare la spunta su Ask me what to do per scegliere cosa fare caso per caso)
  • premi su Next 
  • premi sul tasto Begin per avviare l’importazione dei contatti sul tuo smartphone o tablet

Se preferisci percorrere la strada della sincronizzazione via cloud

  • importa il file VCF con i contatti in Gmail (come abbiamo visto prima)
  • e accertati che sul tuo device sia attivo il servizio di sincronizzazione della rubrica
  • Per farlo, recati nel menu Impostazioni di Android
  • seleziona le voci Account
  • si aprirà una nuova schermata
  • premi su Google 
  • premi sul tuo indirizzo Gmail 
  • e verifica che l’opzione Contatti sia impostata su ON (altrimenti attivala tu)

Come importare file VCF su iPhone

Sempre nell’ottica di aprire file VCF da smartphone, vediamo nel dettaglio come importare un file VCF su iPhone, lo smartphone prodotto da Apple.

Per importare un file VCF su iPhone o iPad, non devi far altro che inviartelo via email

Vediamo ora la semplicissima procedura per importare un file di contatti della rubrica VCF su iPhone mediante il programma client di posta elettronica Mail, pre-installato su tutti gli iPhone e iPad.

  • apri il messaggio che lo contiene tramite Apple Mail (il client di posta pre-installato sul iPhone)
  • seleziona il file VCF presente come allegato.
  • l’applicazione Contatti del tuo iPhone si aprirà automaticamente
  • ti verrà chiesto se vuoi importare i contatti inclusi nel file VCF selezionato
  • premi sulla voce Aggiungi tutti i xx contatti 
  • l’importazione dei contatti avverrà in modo automatico

Come Importare file di contatti su iCloud

In alternativa puoi sfruttare la sincronizzazione della rubrica di iCloud.

Se hai un Mac puoi importare i file VCF nella app Contatti, come abbiamo visto in precedenza (a patto che iCloud sia attivo anche su macOS). Altrimenti puoi agire direttamente dal browser.



Procedura per importare file vCard su iCloud

Vediamo ora la procedura per importare file vCard direttamente sul sito iCloud.com nel quale sono salvati tutti i tuoi contatti della rubrica dell’iPhone.

In questo sito puoi sia esportare i contatti salvati, sia importare nuovi contatti usando per esempio un file vCard che contiene contatti nuovi.

  • apri il tuo browser preferito (di solito  Safari oppure Chrome)
  • collegati al sito iCloud.com 
  • apparirà una schermata simile a quella seguente
  • esegui l’accesso usando i dati del tuo ID Apple
  • scrivi la tua email dell’account Apple
  • scrivi la password dell’account
  • premi il pulsante per entrare

Una volta entrato nell’account iCloud, andiamo nella sezione CONTATTI, dove potrai importare o esportare i contatti.

  • seleziona l’icona Contatti
  • premi sull’icona ingranaggio posizionato in basso a sinistra
  • si aprirà un menu
  • scegli la voce Importazione vCard
  • scegli quindi il file VCF da cui importare i contatti

Verificare di aver importato i contatti su iCloud correttamente

Sempre con l’obiettivo di aprire contatti VCF da smartphone, vediamo come verificare di aver importato correttamente i contatti sul portale iCloud.



Per verificare che il tuo iPhone abbia i contatti salvati localmente sincronizzati con quelli contenuti nella nuvola iCloud (i server di iCloud), segui i passaggi seguenti:

  • vai nel menu Impostazioni del tuo iPhone
  • seleziona l’icona di iCloud
  • verifica che l’opzione Contatti sia impostata su ON 

TUTORIALS SUI FILE VCF E VCARD

Guide e tutorials su file vCard

Tutorials sul formato di file vCard

Tutorials e guide sul formato VCF

Come configurare PostMobile su iPad



Configurare PosteMobile su iPhone/iPad

  • Configurare la connessione Internet e gli MMS di PosteMobile su un iPhone (o un iPad dotato di supporto Cellular) è davvero un gioco da ragazzi.
  • Tutto quello che devi fare è
  • recarti nelle Impostazioni di iOS (l’icona dell’ingranaggio che si trova in home screen)
  • selezionare le voci Cellulare
  • > Opzioni dati cellulare
  • > Rete dati cellulare dal menu che si apre (oppure Dati cellulare se utilizzi un iPad) e compilare il modulo che ti viene proposto seguendo le indicazioni riportate di seguito.

DATI CELLULARE

  • APN – wap.postemobile.it 
  • Nome utente –
  • Password –

CONFIGURAZIONE LTE (OPZIONALE)

  • APN
  • Nome utente
  • Password

MMS

  • APN – mms.postemobile.it
  • Nome utente –
  • Password –
  • MMSC  – http://mms.postemobile.it/servlets/mms
  • Proxy MMS – 10.128.224.10:80
  • Dimensione massima MMS – 307200
  • MMS UA Prof URL –

Dopo aver compilato il modulo, pigia sul pulsante < che si trova in alto a sinistra per salvare le impostazioni e dovresti essere in grado di navigare in 3G/4G con la tua linea PosteMobile.
Qualora così non fosse



recati nel menu Impostazioni > Cellulare di iOS

e assicurati che l’opzione Dati cellulare sia attiva.


Dopodiché vai su Opzioni dati cellulare > Voce e dati e assicurati che nella schermata che si apre ci sia impostata l’opzione 4G.

> Cellulare di iOS e assicurati che l’opzione Dati cellulare sia attiva.


Dopodiché vai su Opzioni dati cellulare > Voce e dati e assicurati che nella schermata che si apre ci sia impostata l’opzione 4G.



Come usare la PEC Aruba dal browser



Pannello Web

Se vuoi usare la PEC Aruba tramite l’apposito pannello Web, la prima cosa che devi fare è effettuare l’accesso al servizio per iniziare a utilizzarlo:
inserisci le credenziali di login nei campi di testo Email e Password e premi sul pulsante Accedi.

Ad accesso effettuato, puoi notare che la schermata principale è divisa in schede (Messaggi, Contatti, Calendario, Attività, Ricerca e Opzioni) le quali servono per l’accesso rapido alle rispettive funzionalità, in maniera simile a un tradizionale servizio di Webmail.



Come inviare un nuovo messaggio PEC

Per inviare un nuovo messaggio

fai clic sulla voce Nuovo messaggio, in modo da visualizzare, nella parte destra dello schermo, lo strumento di composizione dell’email.

Come puoi vedere, il campo di testo Da: è quello relativo al mittente e, solitamente, è già precompilato con il tuo indirizzo PEC e la relativa intestazione (è possibile eventualmente cambiarla nella sezione Parametri generali presente nel menu Opzioni).

Come inviare una email PEC in copia CC ad una persona

Per inserire l’indirizzo PEC del destinatario, invece, fai riferimento al campo di testo A: o CC:, se desideri aggiungere un destinatario in copia conoscenza.


Tramite un indirizzo PEC non è possibile inviare un messaggio in copia conoscenza nascosta (Ccn).



Dopo aver digitato l’oggetto del messaggio

Come impostare la priorità di una email PEC su Aruba

fai riferimento ai pulsanti priorità alta e confidenziale, per attivare queste ultime opzioni facoltative che riguardano la priorità di invio delle email dal server.

Come leggere la posta in arrivo sulla email PEC Aruba

La sezione Messaggi, è quella principale e mostra l’elenco di tutte le conversazioni di posta elettronica.
Inoltre, come in qualsiasi altro servizio di posta elettronica, i messaggi sono suddivisi in cartelle, come per esempio quelle dedicate alla posta in arrivo, alla posta inviata, al cestino e alle bozze.



Digita, quindi, il testo del messaggio nel campo presente all’interno delle schede Testo HTML o Testo normale, a seconda della formattazione che preferisci impostare

Come cambiare stile di carattere e font in una email PEC Aruba

Altre opzioni di formattazione sono i tasti BI e U che permettono, rispettivamente di scrivere in grassettocorsivo e sottolineato.
Tramite i menu a tendina Carattere e Dimensione, invece, puoi personalizzare questi ultimi parametri.

Come allegare un documento ad una email PEC Aruba

premi sull’icona della graffetta situata in alto, in modo da importare il file dal tuo computer




Il tasto Salva, invece, serve per salvare nella cartella Bozza l’email

Quando sei pronto per inviare l’email premi semplicemente sul tasto Invia.


Inoltre, in caso di dubbi o problemi, fai riferimento alla mia guida su come inviare una PEC con Aruba.

Come usare la PEC Aruba con la mail normale



Come usare la PEC con mail normale

Alcuni servizi PEC permettono di impostare una notifica su una casella email tradizionale che avvisa della ricezione di un’email PEC.
In altri casi vi è la possibilità di reindirizzare i messaggi PEC ricevute all’interno di una casella standard.

Con la PEC Aruba, per esempio, queste operazioni sono eseguibili nel pannello Gestione Casella, accedendo all’area di login con le proprie credenziali. 

Per attivare una notifica, premi sulla voce Notifica mail e indica l’indirizzo email standard nella casella Invia una notifica agli indirizzi non certificati.
Per confermare, premi su Conferma.

Come reindirizzare i messaggi PEC ricevuti



  • seleziona la voce Regole messaggi
  • e premi sul pulsante Imposta regole.
  • si aprirà una nuova finestra
  • premi sul tasto Nuova regola e, nel modulo presente a schermo
  • digita il nome che vuoi dare alla regola tramite la casella Nome regola
    Adesso, nel menu a tendina Seleziona
  • scegli l’opzione Tutti i messaggi
  • attiva poi la casella Inoltra all’indirizzo
  • scrivi l’indirizzo email sul quale vuoi ricevere una copia del messaggio.
  • Seleziona quindi la casella Attivo
  • premi poi il pulsante Aggiungi regola, per confermare l’operazione.

Se tale opzioni ti interessano, verifica che la funzionalità sia presente, prima di acquistare un’email PEC e attiva questa possibilità all’interno delle impostazioni del servizio di posta elettronica certificata, seguendo le istruzioni fornite dal tuo gestore.

Come creare una email Pec con LegalMail



LegalMail di InfoCert

Da prendere sicuramente in considerazione c’è anche LegalMail che con il suo piano PEC Silver offre 6 mesi di posta certificata gratis con 8GB di spazio, archivio di sicurezza, accesso mobile e notifiche via SMS.


Dopo il periodo di prova il servizio costa 39 euro + IVA all’anno.


In alternativa è possibile sottoscrivere il piano Bronze che è più economico (25 euro all’anno + IVA)

offre una casella da 5GB con archivio di sicurezza



accesso mobile e notifiche via SMS ma non prevede alcun periodo di prova gratuito

oppure il piano Gold che per 75 euro all’anno + IVA propone

una casella da 15GB con archivio di sicurezza

accesso mobile e notifiche via SMS.



Come facilmente intuibile dai prezzi, LegalMail è un servizio orientato principalmente ai professionisti e a chi, più in generale, ha bisogno di usare la posta certificata in maniera intensiva.




Se tu sei fra questi

per aprire la tua casella di PEC

  • clicca sul pulsante Acquista o Attiva gratis collocato sotto il nome del piano di tuo interesse
  • (es. Silver)
  • verifica la disponibilità dell’indirizzo che vorresti digitare
  • clicca sui pulsanti Vai alla cassa
  • clicca Procedi 
  • completa il processo di attivazione del tuo account compilando i moduli che ti vengono proposti
  • invia la documentazione richiesta (il contratto firmato e la carta d’identità) ad InfoCert

Al termine del processo di attivazione potrai accedere alla tua casella LegalMail dal browser, da smartphone/tablet e da qualsiasi client di posta elettronica per PC.
I parametri IMAP e POP3 da utilizzare li trovi sul sito Internet del gestore.

Come creare una email PEC



Cosa è la PEC e come funziona

La posta elettronica certificata (PEC) è uno strumento attraverso il quale è possibile inviare email aventi lo stesso valore legale di una raccomandata con ricevuta di ritorno.
Ciò consente di comunicare con la Pubblica Amministrazione, le aziende e altri privati cittadini senza ricorrere ai sempre più farraginosi canali di comunicazione tradizionali.

Per ora è un servizio obbligatorio solo per le imprese, comprese le ditte individuali, che dal 30 giugno 2013 devono iscrivere al Registro Imprese almeno una casella PEC, ma la sua utilità è indubbia anche per i liberi professionisti e per i comuni cittadini. Se vuoi saperne di più, leggi la guida che sto per proporti.
In men che non si dica ti spiegherò come creare una mail PEC e come sfruttare al meglio questo utilissimo strumento.

Le soluzioni in campo sono adatte a tutte le tasche e per utilizzarle non c’è bisogno di alcuna apparecchiatura particolare, basta abbonarsi a un servizio PEC, convalidare la propria identità (mediante l’invio di un documento d’identità al gestore che si è scelto) e configurare l’account di posta certificata nel proprio client email preferito.
Alcuni servizi di PEC, a seconda del piano sottoscritto, offrono anche l’accesso da browser e da mobile, ma ora non perdiamoci più in chiacchiere e cerchiamo di scoprire più da vicino come funziona la PEC.

Prezzi PEC

Cominciamo col chiarire subito un dubbio che assale molti utenti: la PEC si paga.
Poco, ma si paga.
L’unico servizio di posta certificata free disponibile in Italia era Posta Certificat@ che consentiva di comunicare esclusivamente con gli uffici della Pubblica Amministrazione e purtroppo l’iniziativa è stata sospesa nel dicembre del 2014 a causa dello scarso utilizzo da parte degli utenti.



Ora è possibile sottoscrivere solo degli abbonamenti annuali con i gestori privati, i quali possono offrire dei mesi di prova gratuiti della PEC ma in seguito richiedono comunque il pagamento di un abbonamento.

Come funziona la PEC

Indipendentemente dal gestore scelto, per attivare la propria casella PEC bisogna registrarsi online e spedire la documentazione richiesta (di solito una copia dei propri documenti d’identità) via fax, email o browser ai recapiti indicati durante la procedura d’iscrizione.

Per quanto concerne l’utilizzo della posta certificata, lato utente tutto funziona come le caselle di posta tradizionali.
Questo significa che puoi inviare e ricevere messaggi con valore legale senza utilizzare programmi speciali e senza acquistare dispositivi di autenticazione (es.
smart card).

Tutto il lavoro di convalida dell’identità viene fatto in remoto dai gestori. Per spiegarlo in parole semplici, ogni messaggio di PEC viene preso in carico dal gestore del mittente, convalidato (se rispettoso degli standard tecnici previsti dalla posta certificata), spedito al gestore del destinatario, sottoposto a un ulteriore controllo e infine recapitato all’utente finale.

Quanto tempo è richiesto per l’effettuazione di tutti questi controlli?
Pochissimi secondi, e l’utente non deve fare assolutamente nulla! Una volta spedito un messaggio di PEC basta aspettare qualche secondo e, se tutto è filato per il verso giusto, si ricevono due notifiche relative all’accettazione dell’email  da parte del gestore e alla consegna del messaggio al destinatario.



Offerte PEC

Adesso veniamo alle offerte più interessanti che oggi permettono di creare una mail PEC a privati cittadini, aziende e liberi professionisti.
I prezzi, come detto, variano a seconda del servizio offerto e dell’utenza di riferimento.

Aruba PEC

Fra i servizi PEC più economici in assoluto c’è quello di di Aruba che con il suo piano PEC Standard offre una casella da 1GB per 5,00 euro + IVA all’anno.
Il servizio include anche l’antispam e l’antivirus.
Per chi ha bisogno di soluzioni più complete ci sono il piano Pro che per 25 euro + IVA all’anno propone una casella da 2GB con 3GB di archivio e notifica via SMS e il piano Premium che invece costa 40 euro + IVA all’anno e comprende una casella da 2GB con 8GB di archivio e notifiche via SMS.

Per creare la tua casella di posta certificata con Aruba

  • clicca sul pulsante Aggiungi al carrello che si trova sotto il nome del piano di tuo interesse
  • (es. Standard)
  • dopodiché procedi con l’ordine pigiando sull’apposito bottone per due volte consecutive
  • registrati ai servizi di Aruba
  • e completa il processo di creazione della casella compilando tutti i moduli che ti vengono proposti.

Per attivare il servizio di PEC, dovrai verificare la tua identità inviando una copia del tuo documento d’identità ad Aruba tramite Internet o fax.
Dopodiché potrai accedere alla tua casella di posta tramite browser e/o potrai configurare il tuo client di posta elettronica usando i parametri che trovi su COME CONFIGURARE LA PEC ARUBA.



Postecert di Poste Italiane

Anche Postecert di Poste Italiane ha dei prezzi molto accessibili. Il suo piano base per gli utenti privati costa 5,50 euro + IVA all’anno e include una casella da 100MB con 200 invii al giorno, invece i piani per gli utenti business hanno prezzi variabili e includono cinque caselle di posta con 1GB di spazio.

Per aprire una casella PEC su Postecert, seleziona il tuo piano preferito fra quelli disponibili (es. PEC base privati) e clicca sulla voce Acquista online la tua casella PEC. Accedi quindi al tuo account sul sito di Poste Italiane o creane uno nuovo cliccando sulla voce Non sei ancora registrato? e segui le indicazioni su schermo per aprire la tua casella di posta certificata.

Al termine della procedura dovrai convalidare la tua identità inviando a Poste Italiane il contratto per la PEC firmato (il contratto ti verrà recapitato a margine della procedura di registrazione) e la copia di un documento d’identità valido via fax.
Successivamente potrai configurare il tuo client di posta preferito (es.
Outlook, Thunderbird o Apple Mail) con i parametri IMAP o POP3 che trovi qui.

KOLST PEC

Un altro servizio di posta certificata che vale sicuramente la pena prendere in considerazione è quello di KOLST, il quale propone dei prezzi veramente concorrenziali e offre una serie di servizi davvero interessanti.

Il piano entry level di KOLST è quello denominato Easy, che per 5 euro all’anno + IVA propone una casella da 1GB su dominio peceasy.com o peceasy.it, invii illimitati, accesso tramite Webmail, controllo antivirus, avvisi via email e la possibilità di ricevere email da account di posta elettronica non certificata.
Un gradino più su c’è il piano Pro che per 10 euro all’anno + IVA aggiunge la possibilità di avere un dominio personalizzato, 5GB di storage e un pannello di controllo per le caselle di posta.
Infine c’è il piano “top” denominato Super che al costo di 20 euro all’anno + IVA propone tutti i vantaggi del piano Pro con avvisi di ricezione anche tramite SMS.



Per attivare una casella di posta certificata con KOLST, clicca sul pulsante Configura e acquista collocato sotto il nome del piano di tuo interesse, imposta il tuo dominio, pigia su Aggiungi al carrello e segui la procedura guidata per l’attivazione dell’indirizzo.
Per la configurazione nei client di posta tradizionali, fai riferimento alle indicazioni presenti in questa pagina Web (cliccando sulla voce Devo configurare le caselle nel mio programma.Quali sono i vostri server di posta per la PEC?).

LegalMail di InfoCert

Da prendere sicuramente in considerazione c’è anche LegalMail che con il suo piano PEC Silver offre 6 mesi di posta certificata gratis con 8GB di spazio, archivio di sicurezza, accesso mobile e notifiche via SMS.
Dopo il periodo di prova il servizio costa 39 euro + IVA all’anno.
In alternativa è possibile sottoscrivere il piano Bronze che è più economico (25 euro all’anno + IVA), offre una casella da 5GB con archivio di sicurezza, accesso mobile e notifiche via SMS ma non prevede alcun periodo di prova gratuito, oppure il piano Gold che per 75 euro all’anno + IVA propone una casella da 15GB con archivio di sicurezza, accesso mobile e notifiche via SMS.

Come facilmente intuibile dai prezzi, LegalMail è un servizio orientato principalmente ai professionisti e a chi, più in generale, ha bisogno di usare la posta certificata in maniera intensiva.
Se tu sei fra questi, per aprire la tua casella di PEC clicca sul pulsante Acquista o Attiva gratis collocato sotto il nome del piano di tuo interesse (es. Silver), verifica la disponibilità dell’indirizzo che vorresti digitare, clicca sui pulsanti Vai alla cassa e Procedi e completa il processo di attivazione del tuo account compilando i moduli che ti vengono proposti e inviando la documentazione richiesta (il contratto firmato e la carta d’identità) ad InfoCert.

Al termine del processo di attivazione potrai accedere alla tua casella LegalMail dal browser, da smartphone/tablet e da qualsiasi client di posta elettronica per PC.
I parametri IMAP e POP3 da utilizzare li trovi sul sito Internet del gestore.

Register.it PEC

Register.it è un altro servizio che permette di avere una casella di posta certificata gratis per 6 mesi.
Il piano che include la trial gratuita è PEC Agile che normalmente costa 2,08 euro + IVA al mese e include una casella da 2GB più accesso da mobile e notifiche via SMS.
In alternativa c’è il piano PEC Unica che per 2,83 euro/mese offre una casella da 3/5GB, accesso da mobile e notifiche via SMS.



Per creare una mail PEC con Register.it, clicca sul pulsante Acquista/Procedi collocato sotto il nome del piano di tuo interesse (es.
PEC Agile), pigia sul pulsante Procedi che si trova nella barra laterale di destra e compila il modulo che ti viene proposto con tutti i tuoi dati personali e i dati dell’indirizzo PEC che intendi creare.

Ad operazione completata, verifica la tua identità inviando la documentazione richiesta a Register.it e configura il tuo client di posta elettronica utilizzando le “coordinate” che trovi su questa pagina Web.

Libero Mail PEC

Libero Mail PEC offre tutto quello che occorre per ricevere e inviare messaggi di posta elettronica con valore legale (sia per utenti privati che aziende) al costo di 25 euro + IVA all’anno.

Per creare una casella Libero Mail PEC con spazio illimitato, non devi far altro che collegarti alla pagina principale del servizio e cliccare prima su ATTIVA SUBITO e poi su Clicca qui.
Compila quindi il modulo che ti viene proposto, immettendo in esso tutti i tuoi dati personali, e completa la procedura di attivazione della posta certificata inviando la documentazione firmata via FAX o email a Libero associando ad essa una copia fronte retro della carta d’identità e la dichiarazione sostitutiva di certificazione (solo per le imprese e le ditte individuali). I parametri POP3/IMAP da inserire nel client sono disponibili sul sito Internet del gestore.